biscia dal coll  xxLa biscia dal collare o natrice dal collare (Natrix natrix)  (Linnaeus, 1758) è un serpente con un vasto areale, è diffuso in tutta la nostra Penisola isole comprese.
Si adattano ad una grande varietà di habitat e nonostante prediligano le aree vicino agli specchi d’acqua dolce, alle rive dei fiumi e agli stagni, si trovano anche in zone che distano chilometri dagli ambienti umidi.
La biscia dal collare è tipicamente verde scura o marrone con un collare giallo caratteristico dietro alla testa a cui deve il nome. Il colore comunque è variabile da Regione a Regione e può andare inoltre dal grigio al nero. Spesso viene scambiata per una vipera proprio per questa sua variabilità nella livrea.
Le bisce dal collare sono grandi nuotatrici ed il loro “terreno” di caccia abituale è proprio l’acqua. Predano quasi unicamente anfibi, specialmente rane, anche se occasionalmente mangiano anche mammiferi e pesci.biscia dal collare02
L’accoppiamento avviene dopo il letargo invernale, poco dopo il risveglio, ad aprile o maggio. Le uova dalla pelle in cuoio vengono deposte in gruppi di 8 – 40 in giugno e luglio e si schiudono dopo circa 10 settimane. Alla schiusa i giovani sono lunghi circa 18 cm e sono subito indipendenti.
Se disturbata come prima difesa preferisce la fuga, ma se impossibilitata può fischiare ed inferire colpi con la bocca chiusa (morde assai raramente).
Curiosità: a volte per sfuggire ai predatori o difendersi da un aggressore produce un fluido maleodorante che secerne dalle ghiandole anali e se afferrata si finge morta, rivoltandosi sul dorso con la bocca aperta e la lingua penzolante.
Status di Conservazione: la specie è citata nell’allegato III della Convenzione di Berna (Convenzione relativa alla conservazione della vita selvatica e dell’ambiente naturale in Europa, ratificata con L. 5 agosto 1981 n° 503). L’alterazione e la scomparsa delle zone umide costituiscono il principale fattore di minaccia.